Acquisti energia

Con il completamento del processo di liberalizzazione della vendita al dettaglio di energia elettrica, avvenuto dal 1° luglio 2007, AU svolge l’attività di approvvigionamento per i clienti riforniti nell’ambito del servizio di Maggior Tutela (per i consumatori domestici e le piccole imprese, con meno di 50 dipendenti e 10 milioni di euro di fatturato, che non scelgono di passare al mercato libero).

Il ruolo di AU come aggregatore della domanda ha consentito ai piccoli consumatori di beneficiare delle opportunità offerte dai mercati all’ingrosso alla stregua dei consumatori di maggiori dimensioni e con più elevato potere negoziale individuale. In tal modo la domanda ha un ruolo attivo e contribuisce a dare efficienza agli scambi nel mercato all’ingrosso. La competizione per il cliente finale avviene, per quanto riguarda la componente energia, sulla base di un prezzo confrontabile. Le modalità di approvvigionamento di AU si basano su acquisti  a termine e acquisti spot, operando sui mercati regolamentati o con contratti bilaterali stipulati mediante procedure on line trasparenti e non discriminatorie (Portale Aste). AU ribalta i propri costi di approvvigionamento agli esercenti la maggior tutela tramite il Prezzo di cessione. Con la piena liberalizzazione del mercato, i clienti più “attivi” e capacitati hanno scelto un nuovo fornitore. Degli iniziali 28 milioni di clienti domestici, nel corso di 8 anni, circa 10 milioni hanno abbondonato la Maggior Tutela passando al mercato libero. Per quanto riguarda gli “Altri usi BT” (PMI) circa 2 milioni di utenze hanno scelto un fornitore alternativo rispetto ai 6 milioni iniziali.